Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2013

1L’ambasciatore Braccesi ha visitato la panetteria mobile, unità di produzione donata dalla Fondazione Francesca Rava, inviata dall’Italia “chiavi in mano” e avviata lo scorso anno con l’aiuto del volontario Marco Randon, imprenditore mantovano della panificazione, che ha insegnato ai ragazzi più grandi dell’orfanotrofio come si fa il pane, per renderli autonomi.

2

Il Dottor Braccesi ha incontrato i bambini della casa e ha molto apprezzato il pane prodotto, tanto da portarsene a casa un po’!

Siamo stati molto contenti che l’ambasciatore ci abbia onorato della sua visita e che abbia voluto condividere il nostro lavoro per i bambini piu in difficolta di questo paese.

Aiutaci! Adotta un bambino a distanza.

Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus

Ufficio Padrini

tel. 02/54122917

IBAN: IT 39 G 03062 34210 000000760000

Dona Subito!

Causale: Casa Honduras

Read Full Post »

<<Sperimentare N.P.H. vivendo con i bambini nella loro quotidianità permette di capire veramente la filosofia di questa organizzazione eccezionale, che offre molto  di più di un semplice tetto e tre pasti al giorno: la sicurezza di una famiglia che accoglie e accompagna i bambini con amore e li aiuta a crescere, concedendo loro la possibilità di un futuro diverso e la chance di vivere una vita migliore.

Nicolas con il fratellino adottato a distanza Alejandro

Nicolas con il fratellino adottato a distanza Alejandro

Il benessere di questi bambini si capisce anche dal modo in cui accolgono gli altri bambini, come ad esempio mio figlio Nicolas, che si e’ subito sentito a casa e  parte integrante di questa grande famiglia.

Nicolas gioca con i bambini ospiti della Casa N.P.H. Repubblica Dominicana

Tutti pronti per la messa!

Nicolas con Alejandro e i suoi compagni di scuola.

Nicolas con Alejandro e i suoi compagni della Casa NPH.

Sono molto grata di avere potuto vivere  questi giorni con loro. I  bambini, e coloro che li accompagnano, ci hanno dato, a me e a mio figlio di 8 anni, molto più di quanto noi abbiamo potuto dato loro.
Grazie di cuore.

Sylvie e Nicolas, in visita alla Casa N.P.H. Santa Ana in Repubblica Dominicana

Read Full Post »

Una madre, stanca degli abusi che il marito le infliggeva, abbandona lui e i loro tre figli, e dopo poco il marito fa lo stesso scaricando i tre bambini. Un’altra madre muore di cancro alla cervice, lasciando il bambino ad un marito alcolizzato e senzatetto.

Una terza madre muore in seguito al peggioramento di una malattia che probabilmente avrebbe potuto essere curata, se solo ci fosse stato un centro medico nella remota regione dove la famiglia viveva, lasciando i suoi figli ad un padre povero come un topo di chiesa.

Il futuro per questi bambini normalmente avrebbe significato il trasferimento nella grande città più vicina e l’inizio di una vita per la strada, fatta di furti ed elemosina per sopravvivere. E il circolo vizioso della povertà sarebbe continuato. Tuttavia, grazie a Dio, questi tre bambini e i loro fratelli e sorelle sono arrivati alla nostra porta.

Appena prima di Pasqua, questi tre bambini Petra, Evita e Mario (i nomi sono di fantasia) si sono laureati all’Università del Messico con altri 15 compagni di classe. Siamo così orgogliosi del nostro nuovo progettista informatico, del nostro graphic designer e del nostro nuovo ingegnere civile. Tutti e tre hanno già un lavoro. Cosa ancora più importante, tutti e tre contro ogni pronostico, sono riusciti ad uscire dal circolo della povertà che sarebbe stata la loro eredità in questa vita.

È una specie di evento di salvezza che celebriamo in questo periodo dell’anno, la morte che porta ad una nuova vita. La storia di Pasqua. La storia di così tanti bambini di cui ci prendiamo cura. Una storia resa possibile dalla bontà di così tanti padrini come te!

Padre Phil (Padre Felipe) Cleary
Presidente di Nuestros Pequeños Hermanos International

Fr. Phil graduates

Read Full Post »